Dott. Andrea Piana da 25 anni dentista a Verona

Rispondi a: Detartrasi ogni quanto tempo?

#10659 Risposta

Dott. Piana Dentista Verona
Amministratore del forum

Salve. Ho effettuato una pulizia dei denti 1 anno fa e una 5 mesi fa ma due dentisti che mi hanno visitato recentemente mi hanno visitato accuratamente e hanno rilevato molto tartaro.E’ possibile che non sia stata fatta correttamente la detartrasi ? Quanto dovrebbe durare una pulizia dei denti professionale fatta bene ? Sono affidabili le pastiglie rilevatrici di placca? Mi e’ venuto questo dubbio poiche’ lavo sempre i denti, uso il filo, scovolino e idropulsore ma ovviamente se c’e’ tartaro precedente non va via..

I ritmi della detartrasi sono scanditi da molti fattori:

  • L’efficacia della pulizia casalinga quotidiana.
  • La capacità di autodetersione di una bocca.
  • Lo stato dei denti è delle gengive.
  • Non ultimo le abitudini del dentista e la sua onestà.

Personalmente nei miei studi eseguo, su chi naturalmente lo desidera, una detartrasi ogni 9 mesi nel 85% dei casi, ogni 6 mesi nel 5% dei casi, ogni anno nel 7% dei casi è ogni 4 mesi nel 3% dei restanti pazienti.

Poi esistono i casi particolari che non possono essere classificati qui.

Tornando al suo caso, è possibile che non sia stato rimosso tutto il tartaro, ma per mia esperienza le dico che sovente è il paziente che sbagliando le manovre di pulizia, tende ad accumulare nuovo tartaro anche in breve tempo. Questo nuovo tartaro è classicamente di colore biancastro e friabile. Il tartaro che talvolta il dentista può “dimenticare” è quello più vecchio e più profondo, di colore bruno, molto duro e tenacemente  adeso alle radici e che avrebbe bisogno di molta più perizia da parte del professionista, per essere eliminato.

Se vuole, ho dedicato un intero articolo sulla pulizia dei denti.