Dott. Andrea Piana da 25 anni dentista a Verona

Frattura e devitalizzazione

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 13 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #13723 Reply
    Andrea
    Ospite

    Gentile Dott. Piana,

    preciso che la mia non vuole essere una “sviolinata”, ma le faccio i complimenti per il tempo che dedica a rispondere alle domande di questo forum. Immagino che il lavoro che svolge sia una vera e propria passione, e non sempre capita di trovare persone così dedicate al giorno d’oggi.

    Venendo a me, cerco di farle un riassunto di quanto accaduto. Ho 30 anni e a seguito di un incidente, ho riscontrato una frattura orizzontale dell’11, del 12 e solamente a livello di smalto, anche del 13.

    L’11 presenta soltanto una scheggiatura parziale, anche più piccola di quella presente in questa immagine che ho trovato sul suo sito. Il 12 invece si è fratturato quasi alla base (come l’altro dente della stessa immagine), rimanendo tuttavia parzialmente attaccato nella parte posteriore. Mi sono quindi recato in uno dei pochi centri dentistici aperti a metà agosto, e a seguito di una rx endorale è emerso che la frattura era avvenuta al di sopra della radice, senza quindi coinvolgerla direttamente. L’odontoiatra ha quindi deciso di riposizionare e fissare il dente, dandomi qualche speranza sulla sua futura vitalità. Ci siamo quindi rivisti dopo 15 giorni e nonostante il dente sia ancora un po’ sensibile e dolorante (forse ancora per l’urto), il test di vitalità ha dato esito positivo: il dente ha risposto al freddo e agli stimoli elettrici, seppure mi sia sembrato in misura leggermente minore rispetto agli altri denti limitrofi. Inoltre, il dente non si è scurito minimamente in questi primi 15 giorni.

    Mi è stato quindi detto di fare attenzione a non strappare cibi particolarmente duri, e ci siamo dati appuntamento tra circa un mese per effettuare nuovamente il test di vitalità, dato che il “rischio” non è scongiurato (e dovrò comunque monitorarlo in eterno :)).

    Tuttavia, qualche giorno prima di questo controllo con il centro che mi ha assistito, e con il presunto timore di un ascesso, mi sono recato anche dal dentista di famiglia, il quale, senza effettuare alcuna rx o test di vitalità, ha escluso l’ascesso (era solo un piccolo rigonfiamento gengivale), ma ha invece sostenuto che il dente sarebbe da devitalizzare ed incapsulare.

    Immagino che entrambi i dottori abbiano ragione: il primo vuole prima essere sicuro che il dente stia andando in necrosi o che si generi/sia a rischio di pulpite prima di devitalizzarlo ed eventualmente incapsularlo, mentre il secondo preferisce farlo in via preventiva, prima di attendere eventuali infezioni.

    Le domande che vorrei rivolgerle sono:

    1. A parer suo, quale sarebbe la scelta più saggia? Devitalizzare ed incapsulare il dente già ora, o attendere prima la sua “morte” naturale, prima di devitalizzarlo.
    2. Un 12 devitalizzato, va sempre incapsulato o potrebbe essere lasciato così, considerando che nella masticazione non è così stressato come un molare ad esempio?
    3. La crepa a livello di smalto del 13, deve essere trattata/protetta in qualche modo? Che rischi corro con questo dente?

    Se necessario le posso anche allegare l’ortopanoramica che mi fecero in ospedale dopo l’incidente, e penso di riuscire a recuperare anche una copia della rx endorale del 12.

    #13725 Reply
    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Una volta tanto sono completamente d’accordo col centro dentale. Conservare il più possibile qualsiasi funzione o frammento di dente è quasi sempre un’ottima idea. Tanto per risponderle con un paragone: Lei amputerebbe una gamba che ha preso un trauma solo perché potrebbe andare in necrosi? Certo attendere può comportare qualche disagio, ma mi creda anche devitalizzare i denti metterci sopra dei perni e delle corone comporta comunque dei disagi a lungo andare. Quindi per me preservare e avere pazienza è la via maestra. Dunque per me devitalizzare un dente in via preventiva è un comportamento da rigettare senza indugio.

    #13726 Reply
    Andrea
    Ospite

    La ringrazio per la risposta. Riesce a darmi un suo parere anche sugli altri due punti?

    1. Un 12 devitalizzato, va sempre incapsulato o potrebbe essere lasciato così, considerando che nella masticazione non è così stressato come un molare ad esempio?
    2. La crepa a livello di smalto del 13, deve essere trattata/protetta in qualche modo? Che rischi corro con questo dente?

    Mi dispiace non abitare vicino a Verona, altrimenti mi sarei affidato a lei per i miei interventi futuri. Conosce per caso qualche collega competente e stimato  che esercita nella provincia di Monza o di Milano?

    #13728 Reply
    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    1) Dipende da quanto dente è andato distrutto a prescindere dalla devitalizzazione. Per questo occorre una visita…

    2) Le fratture dello smalto sono frequenti e raramente le tratto a meno che non siano spie di fratture più profonde e comunque sintomatiche.

    Provi a mandare qualche foto di tutta la situazione. (Denti e radiografie)

    #13729 Reply
    Andrea
    Ospite

    Ecco l’ortopanoramica (la rx endorale riesco a recuperarla Mercoledì durante la visita di controllo).

    Come le dicevo, il danno peggiore lo ha subito il 12 (che comunque era ancora attaccato, a differenza della scheggiatura sull’11), ma nonostante la vicinanza al colletto, dalla rx endorale è emerso che la radice non era stata intaccata (si trova appena sotto la frattura).

    In aggiunta, mi sembra di notare, ma mi corregga se sbaglio, un granuloma del 46 (devitalizzato talmente tanti anni fa di cui non ho nemmeno memoria), che però non è stato notato dal dentista che ha avuto modo di osservare l’OTP (ma che farò presente al controllo).

    Poi vedrà di sicuro un’artrosi bilaterale che notai già durante l’adoloscenza (e che a quanto pare avrei potuto curare con buone probabilità di successo), ma che per i dentisti che ho incontrato in tutti questi anni non era nulla di cui preoccuparsi ¯\_(ツ)_/¯. Secondo lei avrebbe senso curarla a 30 anni, considerando anche il recente incidente? Diciamo che ad oggi, al di là del difetto estetico, l’asimmetria non mi ha recato particolari problemi in questi anni, come cefalee o dolori vari.

    Grazie ancora.

    Frattura incisivo superiore

    #13734 Reply
    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Ecco l’ortopanoramica (la rx endorale riesco a recuperarla Mercoledì durante la visita di controllo). Come le dicevo, il danno peggiore lo ha subito il 12 (che comunque era ancora attaccato, a differenza della scheggiatura sull’11), ma nonostante la vicinanza al colletto, dalla rx endorale è emerso che la radice non era stata intaccata (si trova appena sotto la frattura). In aggiunta, mi sembra di notare, ma mi corregga se sbaglio, un granuloma del 46 (devitalizzato talmente tanti anni fa di cui non ho nemmeno memoria), che però non è stato notato dal dentista che ha avuto modo di osservare l’OTP (ma che farò presente al controllo). Poi vedrà di sicuro un’artrosi bilaterale che notai già durante l’adoloscenza (e che a quanto pare avrei potuto curare con buone probabilità di successo), ma che per i dentisti che ho incontrato in tutti questi anni non era nulla di cui preoccuparsi ¯\_(ツ)_/¯. Secondo lei avrebbe senso curarla a 30 anni, considerando anche il recente incidente? Diciamo che ad oggi, al di là del difetto estetico, l’asimmetria non mi ha recato particolari problemi in questi anni, come cefalee o dolori vari. Grazie ancora.

    In effetti la frattura sul 12 è molto alta e credo che a fare le cose per bene sarà necessaria la cura canalare con tutti gli annessi e connessi. Se non ha sintomi e il dente è fermo può provare ad aspettare che succeda qualcosa ma ho paura che accadrà.

    Confermo che sul 46 è presente un grosso granuloma all’apice delle radici che tratterei sicuramente rifacendo la cura canalare il meglio possibile.

    Per quanto riguarda la artrosi della mandibola invece non so darle indicazioni precise perché questo campo è appannaggio di persone che se ne occupano in modo specifico, tant’è che per ciò mi servo di un valido consulente.

    Frattura incisivo e granuloma molare inferiore

    #13735 Reply
    Andrea
    Ospite

    La ringrazio di nuovo. Quindi la scelta più conservativa di riposizionare il 12 ha solo permesso di posticipare la cura canalare ed il relativo perno + capsula. Il dente sembra abbastanza fermo e diciamo che non ho più il dolore post incidente (che forse era più “mascellare”). Vediamo come si evolverà in futuro, ma mi sembra di capire che ha ormai le settimane o mesi contati.
    Spero almeno di salvare il 46 a questo punto, in modo da evitare un impianto.
    Per l’artrosi sto cercando uno gnatologo che mi convinca (quanto meno da quello che posso trovare online), ma per ora ancora nulla nella zona di Milano e dintorni.

    #13744 Reply
    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    La ringrazio di nuovo. Quindi la scelta più conservativa di riposizionare il 12 ha solo permesso di posticipare la cura canalare ed il relativo perno + capsula. Il dente sembra abbastanza fermo e diciamo che non ho più il dolore post incidente (che forse era più “mascellare”). Vediamo come si evolverà in futuro, ma mi sembra di capire che ha ormai le settimane o mesi contati. Spero almeno di salvare il 46 a questo punto, in modo da evitare un impianto. Per l’artrosi sto cercando uno gnatologo che mi convinca (quanto meno da quello che posso trovare online), ma per ora ancora nulla nella zona di Milano e dintorni.

    Per il 46 non dovrebbe avere particolari difficoltà.  Ne ho recuperati a bizzeffe.

    In bocca al lupo e mi faccia sapere l’evoluzione.

    #13745 Reply
    Andrea
    Ospite

    Oggi ho effettuato la visita di controllo 🙂

    Mi è stato riparato l’11 con un composito, e per ora i denti che hanno subito il trauma hanno reagito positivamente al test (anche se mi è sembrato di notare una minore sensibilità al freddo sul 12 rispetto ai denti che non hanno subito alcun danno).

    Le condivido anche le due rx: la prima è stata effettuata il giorno dell’incidente, l’altra oggi. Cosa ne pensa?

    rx-16.08.19

    rx-04.09.19

     

     

    Per quanto riguarda il granuloma del 46 invece, il dottore che mi sta seguendo sostiene che sia ormai troppo grande, e all’età di 30 anni non ha senso ritrattarlo – sono così vecchio? 😛 . Dice di tenerlo monitorato e se non dovesse peggiorare, di tenerlo così finché non inizierà a darmi fastidio/dolore, ed in quel momento si dovrà procedere con un impianto.

    Mi sembra una scelta un po’ in controtendenza rispetto a quanto fatto fin’ora (cercare in tutti i modi di preservare il dente), ma capisco che non esiste una scienza esatta ed ognuno si basa su esperienze passate.

    Domani ho un appuntamento con uno studio che si occupa di gnatologia, e cercherò di avere un ultimo parere a riguardo, in modo da tirare un po’ le somme.

    PS: nella “sfortuna”, devo dire che mi sto appassionando molto di odontoiatria ed è un ramo davvero affascinante. Fosse successo una decina di anni fa, forse avrei intrapreso un altro percorso di studi 🙂

    #13751 Reply
    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Oggi ho effettuato la visita di controllo  Mi è stato riparato l’11 con un composito, e per ora i denti che hanno subito il trauma hanno reagito positivamente al test (anche se mi è sembrato di notare una minore sensibilità al freddo sul 12 rispetto ai denti che non hanno subito alcun danno). Le condivido anche le due rx: la prima è stata effettuata il giorno dell’incidente, l’altra oggi. Cosa ne pensa?   Per quanto riguarda il granuloma del 46 invece, il dottore che mi sta seguendo sostiene che sia ormai troppo grande, e all’età di 30 anni non ha senso ritrattarlo – sono così vecchio?  . Dice di tenerlo monitorato e se non dovesse peggiorare, di tenerlo così finché non inizierà a darmi fastidio/dolore, ed in quel momento si dovrà procedere con un impianto. Mi sembra una scelta un po’ in controtendenza rispetto a quanto fatto fin’ora (cercare in tutti i modi di preservare il dente), ma capisco che non esiste una scienza esatta ed ognuno si basa su esperienze passate. Domani ho un appuntamento con uno studio che si occupa di gnatologia, e cercherò di avere un ultimo parere a riguardo, in modo da tirare un po’ le somme. PS: nella “sfortuna”, devo dire che mi sto appassionando molto di odontoiatria ed è un ramo davvero affascinante. Fosse successo una decina di anni fa, forse avrei intrapreso un altro percorso di studi

    La riparazione del 12 mi sembra “radiologicamente buona” ma se, come sembra, la corona fosse totalmente separata dalla radice, ribadisco il concetto che non resterà stabile in eterno.

    invece classificare un risultato endodontico in base all’età per me non è condivisibile, ergo lo ritratterei senza indugio 😉

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 13 totali)
Rispondi a: Frattura e devitalizzazione

You can use BBCodes to format your content.
Your account can't use Advanced BBCodes, they will be stripped before saving.

Le tue informazioni:




Dicono di noi....

Marcia
Marcia
17:49 06 Nov 19
Come sempre ringraziamo la disponibilità, professionalità e la simpatia del dottore Andrea Piana. Consigliatissimo.
Angela Caianiello
Angela Caianiello
13:24 17 Oct 19
Per anni ho nascosto il sorriso per il disagio di una dentatura brutta..ad oggi devo dire grazie al dottor Piana se sono ritornata a sorridere in pubblico! È stato un lavoro lungo, tante volte ha dovuto ricordarmi il significato della parola “pazinete”, ho pazientato, aspettato i tempi biologici di guarigione e dopo quasi un anno di cure non ho più quel brutto ponte sbagliato nella forma e nel colore fattomi da uno pseudo dentista ma ho due impianti praticamente identici ai miei denti originali! Ancora grazie
Franco Boschini
Franco Boschini
12:01 13 Sep 19
Ottimo professionista sempre disponibile Io e mia moglie frequentiamo lo studio da qualche anno ci ha praticato alcuni implanti con ottimi risultati mai avuto problemi
GIULIA SATTIN
GIULIA SATTIN
14:40 20 Mar 19
Personale molto competente, ambiente confortevole. Prestazioni di qualità eccellente, il miglior centro secondo la mia esperienza.
jack lucky
jack lucky
15:05 01 Feb 19
Ho avuto un urgenza per il figlio, anche se clinicamente urgente non era, ma nonostante tutto il dott Piana vista la mia preoccupazione mi ha ricevuto nel giro di 3 ore! Grazie, grazie davvero. Competenza, professionalità e tanta disponibilità. Consigliatissimo!
Pietro Fanton
Pietro Fanton
20:28 18 Jan 19
Sono venuto allo studio dal dott. Piana dopo avere visto le ottime recensioni in internet. Era una emergenza e lui è stato molto disponibile. Un eccelente professionale. Ho avuto la conferma delle 5 stelle. Grazie al dott. Andrea Piana e al suo staff.
Maurizio Perotti
Maurizio Perotti
18:00 07 Jan 19
Mi sono trovato molto bene. Il migliore!
Barbara Di Martino
Barbara Di Martino
19:08 30 Apr 18
Oltre ad essere una persona gentile e anche molto comprensiva, e' anche un ottimo professionista! Ho avuto altre esperienze con altri dentisti... ma pulizia e professionalita' l'ho trovata in lui.... mi ha risolto problemi nn da poco con una finezza professionale eccellente! Ti ringrazio Andrea.... grazie davverro immensamente!
Altre recensioni