Dott. Andrea Piana da 25 anni dentista a Verona

rottura vite impianto dentale

Odontoiatria Implantare a Verona Forum Tutto-implantologia rottura vite impianto dentale

Questo argomento contiene 7 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Dott. Piana Dentista Verona 20 Ottobre 2018 at 15:53.

Stai vedendo 8 articoli - dal 1 a 8 (di 8 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #6259 Risposta

    sergio

    Egregio Dottore il quesito è il seguente. Mi è stato montato un impianto inferiore totale con 4 viti (un ponte). Da subito ho notato che la masticazione non andava e quindi l’ impianto si svitava in continuazione finché un giorno si è spezzato il ponte e quindi andava rimosso, ma le viti hanno la testa esagonale spanata e quindi il cacciavite non riesce piú a svitarle. Ora stanno tentando di rimuoverle con gli ultrasuoni. La domanda è la seguente: questa tecnica è valida visto che dopo varie sedute non si allentano o esistono tecniche alternative? Grazie per l’ eventuale risposta.

    Ccordiali saluti

    #6264 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Egregio Dottore il quesito è il seguente. Mi è stato montato un impianto inferiore totale con 4 viti (un ponte). Da subito ho notato che la masticazione non andava e quindi l’ impianto si svitava in continuazione finché un giorno si è spezzato il ponte e quindi andava rimosso, ma le viti hanno la testa esagonale spanata e quindi il cacciavite non riesce piú a svitarle. Ora stanno tentando di rimuoverle con gli ultrasuoni. La domanda è la seguente: questa tecnica è valida visto che dopo varie sedute non si allentano o esistono tecniche alternative? Grazie per l’ eventuale risposta.

    Ccordiali saluti

    Salve Sergio. Capisco il problema. Talvolta ci si trova in queste condizioni e trovare una soluzone non é sempre facilissimo.
    Se ho ben capito il ponte appoggiato sugli impianti si é spaccato ed ora si sta tentando di rimuovere i vari pezzi che sono avvitati agli impianti sottostanti, ma l’invito del cacciavite esagonale non fa presa sulle vitine di ritenzione perché la sede é rovinata….come in questa immagine:
    impianto-avvitato-alla-protesiPer me l’approccio con gli ultrasuoni é valido e lo utilizzo spesso, ma non credo si adatti a questa situazione, in quanto la vite é in tensione perché ancora fortemente serrata al dente. Inoltre dopo uno o due tentativi non penso vi siano migliori possibiltá nell’insistere. Si potrebbe con molta attezione cercare di fare un piccolo taglio sulla testa della vite e provare a svitare con un mini-cacciavite a taglio. Sennó non rimane altro che distruggere il ponte fino ad arrivare alla testa della vite che emergerá per quel millimetro o due che sono sufficienti per una solida presa con pinza adatta. Ovviamente tutto ció senza intaccare gli impianti che devono essere assolutamente salvaguardati. Se mi fará sapere come é andata a finire le saró grato 🙂

    #6287 Risposta

    sergio

    La ringrazio per la risposta sarà mia cura informarla sulle novità che ci saranno .

    #7650 Risposta

    Dr Giuseppe
    • Vite rote dentro con calma se non si vita con fresa prepararé un perno montón normale cementerio e rifare la corona caso risolto
    • Profesional universita santo domingo

    Nota moderatore: la traduzione dovrebbe essere “Se la vite rotta all’interno NON si svita, con una fresa si puó preparare ció che resta come un normale moncone e cementarvi sopra una nuova corona”. Sicuramente una strada percorribile . Grazie per l’idea

     

     

    #7691 Risposta

    Ettore

    Buonasera dottore vorrei gentilmente un parere a luglio ho effettuato due impianti dentale verso settembre ho avvertito dei sintomi strani il dentista ha effettuato un controllo dicendomi che su uno si era rotta la vite di guarigione, dopo vari tentativi di estrazioni compreso la rottura per due volte della fresa adesso a deciso di rimuoverlo mentre prima diceva che poteva cementificarlo vorrei un vostro parere ringrazio in anticipo distinti saluti

    #7694 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Buonasera dottore vorrei gentilmente un parere a luglio ho effettuato due impianti dentale verso settembre ho avvertito dei sintomi strani il dentista ha effettuato un controllo dicendomi che su uno si era rotta la vite di guarigione, dopo vari tentativi di estrazioni compreso la rottura per due volte della fresa adesso a deciso di rimuoverlo mentre prima diceva che poteva cementificarlo vorrei un vostro parere ringrazio in anticipo distinti saluti

    Stiamo parlando di un impianto molto recente. Questo è strano, perche la vite di guarigione serve solo per adattare la gengiva ai contorni dell’impianto e non dovrebbe essere “masticante” ( a me non è mai accaduto che si rompesse). Ciò implica che sia stata usata pesantemente in masticazione durante la fase di integrazione dell’impianto quando notoriamente tutto questo andrebbe evitato. Ora, a prescindere dalla meccanica della rottura, occorre semplicemente valutare quanto impianto emerge dalla gengiva per capire se si possa utilizzare come un normale moncone ( vedi post precedente). Diversamente non rimane che la rimozione e reimmissione di un nuovo impianto….Cosa da fare con estrema attenzione per non compromettere il patrimonio osseo. In taluni casi si può riparare con l’ausilio della saldatrice endorale, ma la cosa va valutata di volta in volta (vedi qui un caso di riparazione con saldatrice endorale) Senza dubbio una bella sfortuna. Se ha occasione mi mandi una radiografia della situazione attuale.Vite di guarigione implantare

    #12594 Risposta

    Claudio

    Buongiorno volevo chiedere un parere,  un anno fa mi è stato messo un impianto per tre denti con due viti di sostegno  recentemente passando il filo interdentale, mi sono accorto che questi andava sotto la protesi, ho notato che non si fermava e a me sembra continuasse oltre il primo perno, quindi ho pensato che si fosse rotta la vite di raccordo e che tutto il peso della masticazione fosse retto dall’altra vite, sono andato dal dentista e senza fare una lastra, mi ha rassicurato, ma non mi sento tranquillo, volevo domandare se realmente fosse rotta la vite sarebbe complicato sostituirla, o bisognerebbe togliere tutto (moncone e capsula) per cambiare la vite? Spero d’essere stato abbastanza chiaro, ma non conoscendo i termini…

    Vi ringrazio C.

    #12597 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Buongiorno volevo chiedere un parere, un anno fa mi è stato messo un impianto per tre denti con due viti di sostegno recentemente passando il filo interdentale, mi sono accorto che questi andava sotto la protesi, ho notato che non si fermava e a me sembra continuasse oltre il primo perno, quindi ho pensato che si fosse rotta la vite di raccordo e che tutto il peso della masticazione fosse retto dall’altra vite, sono andato dal dentista e senza fare una lastra, mi ha rassicurato, ma non mi sento tranquillo, volevo domandare se realmente fosse rotta la vite sarebbe complicato sostituirla, o bisognerebbe togliere tutto (moncone e capsula) per cambiare la vite? Spero d’essere stato abbastanza chiaro, ma non conoscendo i termini…

    Vi ringrazio C.

    Onestamente mi sembra difficile che lei stesso non si sia accorto di una eventuale rottura. Comunque trovo che sia anche poco probabile che possa passare il filo senza difficoltà anche se si fosse rotta una vite. Detto ciò, forse una radiografia avrebbe potuto “sprecarla”. Se non è convinto interpelli un altro professionista e faccia chiarezza chiedendo magari esplicitamente una radiografia.

Stai vedendo 8 articoli - dal 1 a 8 (di 8 totali)
Rispondi a: rottura vite impianto dentale

You can use BBCodes to format your content.
Your account can't use Advanced BBCodes, they will be stripped before saving.

Le tue informazioni: