Dott. Andrea Piana da 25 anni dentista a Verona

Impianti dentali caduti e/o inutilizzabili

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Dott. Piana Dentista Verona 16 Aprile 2016 at 6:56.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #6166 Risposta

    Gianfranco

    Buongiorno, chiedo a Lei un graditissimo consiglio. Due anni fa ho, con l’aiuto del mio dentista concordato per intervento di implantologia di tutta l’arcata superiore. Per cause di denti devitalizzati e/o incapsulati mi ha estratto in unica seduta 5 denti anteriori, i due incisivi, buoni ma spizzati e ricostruiti a causa di una caduta intorno ai 18 anni e quelli immediatamente adiacenti due a dx uno a sx. Nella stessa seduta ha impiantato tre perni in titanio, uno nella sede di un incisivo appena estratto e gli altri due lateralmente all’altezza dei molari o ultimo premolare. I due incisivi, forse a causa del trauma avuto nella caduta si erano completamente cementati con l’osso estraendoli tagliando con la moletta il dente dal’osso. Finito l’intervento tutto bene indosso la protesi provvisoria e vado a casa. Il decorso e’ stato abbastanza tranquillo, dopo qualche settimana sciaquando con il colluttorio sentivo che uno dei perni si muoveva dentro/fuori. La notte doleva e la mattina si e’ sfilato da solo durante il risciaquo. Torno dal mio dentista, vede la situazione, reinserisce l’impianto e vedendo mobile anche l’altro lo rinforza(?). tornando a casa, a causa di fitte dolorose sono costretto a sfilare prima uno, e la sera l’altro. Dei tre impianti, soltanto quello inserito al posto dell’incosivo tolto e’ rimasto, ma e’ invisibile in quanto e’ stato ricoperto dalla gengiva rimarginata. Sono tornato dal dentista mi ha detto di aspettare, rifare il dentalscan e ritornare. Io avevo molta paura del dentista da sempre, ero riuscito a riaquistare la fiducia ma ora non ce l’ho piu’. ora ho una protesi mobile che mi ha creato una leggera fistola sul palato e soffro terribilmente nel mangiare. Inoltre gli impianti sono stati inseriti a colpi di martelletto e piccoli avvitamenti, ripetuti. E’ possibile che colpendo violentemente l’organismo abbia rifiutato il corpo estraneo? Accetto qualsiasi consiglio Lei possa darmi, grazie La saluto cordialmente

    #6170 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Buongiorno, chiedo a Lei un graditissimo consiglio. Due anni fa ho, con l’aiuto del mio dentista concordato per intervento di implantologia di tutta l’arcata superiore.

    Salve a lei. Protesizzare tutta un’arcata con 3 impianti implica la presenza di altri denti naturali (sani e solidi) per avere “gambe” valide. Ora io non so che dentatura residua avesse, ma so per certo che la giusta progettazione di una protesi estesa è la prima chiave per il successo.

    Per cause di denti devitalizzati e/o incapsulati mi ha estratto in unica seduta 5 denti anteriori

    Estrarre molti denti in un’unica seduta non costituisce un problema ed a volte è necessario.

    Nella stessa seduta ha impiantato tre perni in titanio, uno nella sede di un incisivo appena estratto e gli altri due lateralmente all’altezza dei molari o ultimo premolare.

    Anche fare la cosidetta implantologia a carico immediato magari post-estrattiva è oggi una pratica comune, ma va fatta con attenzione e molta perizia.

    dopo qualche settimana sciaquando con il colluttorio sentivo che uno dei perni si muoveva dentro/fuori. La notte doleva e la mattina si e’ sfilato da solo durante il risciaquo.

    È chiaro che questi impianti non si sono mai integrati (vedi osteointegrazione)…la ragione per cui questo è sucesso può essere di varia natura: scarsa stabilità dell’impianto nell’osso, carico protesico inadeguato, impianto con architettura non adatta ecc. ecc.

    Torno dal mio dentista, vede la situazione, reinserisce l’impianto e vedendo mobile anche l’altro lo rinforza(?). tornando a casa, a causa di fitte dolorose sono costretto a sfilare prima uno, e la sera l’altro.

    …Le carte migliori si giocano con il primo intervento, ma è difficile capire come il collega abbia operato senza vedere qualche radiografia.

    Dei tre impianti, soltanto quello inserito al posto dell’incisivo tolto e’ rimasto, ma e’ invisibile in quanto e’ stato ricoperto dalla gengiva rimarginata.

    Anche se la gengiva lo ricopre, potrà poi essere liberato e utilizzato 😉

    Sono tornato dal dentista mi ha detto di aspettare, rifare il dentalscan e ritornare.

    Condivido la scelta di aspettare e poi valutare con TAC. Nel mio studio ho una TAC CONE BEAM (evoluzione del Dentalscan) e credo che sia un ausilio straordinario per fare implantologia di un certo livello.

    Io avevo molta paura del dentista da sempre, ero riuscito a riaquistare la fiducia ma ora non ce l’ho piu’. ora ho una protesi mobile che mi ha creato una leggera fistola sul palato e soffro terribilmente nel mangiare. Inoltre gli impianti sono stati inseriti a colpi di martelletto e piccoli avvitamenti, ripetuti. E’ possibile che colpendo violentemente l’organismo abbia rifiutato il corpo estraneo? Accetto qualsiasi consiglio Lei possa darmi, grazie La saluto cordialmente

    È naturale che si perda fiducia davanti ai fallimenti, però penso che convenga tenere duro ed arrivare alla fine. Se ha dei dubbi sull’operato del collega provi a sentirne degli altri…è nei suoi diritti ed io lo farei. L’implantologia è una pratica chirurgica che richiede molta esperienza sopratutto se eseguita contestualmente ad estrazioni dentarie ed ancora di più se viene applicata una protesi immediatamente (carico immediato). Oggi esistono centinaia di impianti e differenti metodiche per posizionarli e francamente gli anni mi hanno portato all’idea di non prediligere mai una singola metodica, ma di adattare la scelta alla situazione presente. Usare il martelletto può essere necessario a volte, ma se questo fosse giusto può saperlo solo il collega. Diciamo che perdere 2 impianti su 3 in un colpo solo non lo mette in buona luce, ma sarebbe ingiusto condannarlo senza avere una visione e documentazione completa del suo caso. Scelga un altro collega con comprovata esperienza e chieda senza timore cosa ne pensa. Sono sicuro che risolverà.
    Dott. Andrea Piana

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
Rispondi a: Impianti dentali caduti e/o inutilizzabili

You can use BBCodes to format your content.
Your account can't use Advanced BBCodes, they will be stripped before saving.

Le tue informazioni: