Dott. Andrea Piana da 25 anni dentista a Verona

Dente del giudizio incluso

Questo argomento contiene 48 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Dott. Piana Dentista Verona 26 Marzo 2019 at 8:24.

Stai vedendo 49 articoli - dal 1 a 49 (di 49 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #623 Risposta

    Alice
    Partecipante

    Buonasera, sono una ragazza di 26 anni e ho tutti i denti del giudizio inclusi. Non mi danno alcun fastidio, ma circa tre anni fa ho notato una piccola apertura della gengiva sopra il dente del giudizio inferiore sinistro. Il dentista mi disse di tenerlo pulito e di non preoccuparmi poiché, anche in base alle lastre fatte successivamente, il dente non spingeva e non dava problemi. Un paio di mesi fa ho notato che il piccolo buco nella gengiva si è un po’ allargato, ho quindi deciso di fare un controllo da un altro dentista, che mi ha fatto fare una tac. Dalla tac è risultato che la radice del dente del giudizio attraversa il nervo alveolare inferiore e toglierlo comporterebbe circa il 20% di rischio di perdita della sensibilità alla guancia e al labbro. Da un lato so che sarebbe meglio prevenire perché potrebbe causarmi infezioni, ma sto male al solo pensiero, da quando mi hanno dato questa notizia ho iniziato ad avere bruciore di stomaco e ad avere difficoltà a dormire (ho sempre avuto la fobia del dentista e ho brutti ricordi di estrazioni fatte in passato per mancanza di spazio). Nel caso decidessi non fare nulla sarei una pazza? E se in futuro mi si cariasse il dente adiacente, dovrei toglierli entrambi?
    La ringrazio per la pazienza e per l’attenzione! Spero di essere stata abbastanza chiara e mi scuso per non aver usato i termini tecnici.
    Le auguro una buona giornata!
    denti del giudizio inclusi

    dentista a verona

    Dott. Piana dentista a Verona

    P.s. Le allego la panoramica fatta a marzo! Grazie ancora!

    #624 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Buonasera, sono una ragazza di 26 anni e ho tutti i denti del giudizio inclusi. Non mi danno alcun fastidio, ma circa tre anni fa ho notato una piccola apertura della gengiva sopra il dente del giudizio inferiore sinistro. Il dentista mi disse di tenerlo pulito e di non preoccuparmi poiché, anche in base alle lastre fatte successivamente, il dente non spingeva e non dava problemi. Un paio di mesi fa ho notato che il piccolo buco nella gengiva si è un po’ allargato, ho quindi deciso di fare un controllo da un altro dentista, che mi ha fatto fare una tac. Dalla tac è risultato che la radice del dente del giudizio attraversa il nervo alveolare inferiore e toglierlo comporterebbe circa il 20% di rischio di perdita della sensibilità alla guancia e al labbro. Da un lato so che sarebbe meglio prevenire perché potrebbe causarmi infezioni, ma sto male al solo pensiero, da quando mi hanno dato questa notizia ho iniziato ad avere bruciore di stomaco e ad avere difficoltà a dormire (ho sempre avuto la fobia del dentista e ho brutti ricordi di estrazioni fatte in passato per mancanza di spazio). Nel caso decidessi non fare nulla sarei una pazza? E se in futuro mi si cariasse il dente adiacente, dovrei toglierli entrambi?
    La ringrazio per la pazienza e per l’attenzione! Spero di essere stata abbastanza chiara e mi scuso per non aver usato i termini tecnici.
    Le auguro una buona giornata!
    P.s. Le allego la panoramica fatta a marzo! Grazie ancora!

    Ciao Alice. Innanzi tutto il primo consiglio che ti do é di non farti venire un’ulcera per la preoccupazione….Passando poi alla questione, non si puó nascondere che i tuoi denti del giudizio siano in una posizione anatomica infelice (sopratutto quello alla destra guardando la radiografia).
    Io personalmente non leverei un dente del giudizio a rischio alto di complicazioni se non vi fossero problemi connessi come carie, dolore o infezioni. La cosa che potrei aspettarmi col tempo é una coronarite….cioé una infezione della gengiva attorno alla corona del dente che non riesce ad uscire completamente come gli altri denti. Questo genere di infezione é abbastanza superficiale e capriccioso nelle sue manifestazioni (va e viene senza una regola precisa). Preciso peró che ho visto numerose volte pazienti con denti similari al tuo, che non hanno dato manifestazioni per una vita intera.
    Se si dovesse rendere necessaria l’estrazione peró non esiterei a rivolgermi ad un reparto maxillo-faciale e nelle mani di un buon chirurgo dove c’é la possibilitá di maneggiare il nervo con una certa familiarietá, dovendo nel tuo caso separare il dente i due per liberare il nervo passante.
    Per rispondere alla tua seconda domanda (se si cariasse il dente attiguo…), direi che la cosa é separata e non comporta alcun legame con la sorte del dente del giudizio.
    Certo, se vi fosse stata la lungimiranza di levarli quando erano dei semplici germi dentari senza le radici formate, sarebbe stata una scelta vincente, ma col “senno di poi” é facile fare i ragionamenti.
    Cerca quindi di tranquillizarti..potresti rimanere in standby per una vita intera, e se dovessi affrontare la cosa cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno e cioé che avresti ben l’ottanta per cento di probabile successo ed anche di piú se sceglierai le mani giuste 😉
    Ti ringrazio per avere postato il tuo caso. Se avessi novitá non esitare a pubblicare anche gli aggiornamenti.
    Ciao

    #631 Risposta

    Alice
    Partecipante

    Buongiorno dottore!
    Innanzitutto, grazie per i suoi consigli e per la sua disponibilità!
    Sono andata a fare un altro controllo, questa volta a Bologna, e volevo aggiornarla su quanto mi è stato detto.
    Il suo collega è del parere che sarebbe meglio intervenire perché con il tempo, oltre a potermi provocare una seria infezione, il dente del giudizio potrebbe spingere gli altri denti, portandoli ad accavallarsi.
    La sua alternativa è la seguente: escludendo l’intervento presso un chirurgo maxillo-facciale poiché molto rischioso, si andrebbe a tagliare un pezzo di dente del giudizio in modo da poterlo agganciare con una specie di anellina; successivamente si posizionerebbero sui tre denti vicini delle piastrine simili a quelle dell’apparecchio fisso, che andrebbero poi legate con degli elastici all’anellina applicata al dente del giudizio. L’intento sarebbe poi di tirare su il dente del giudizio, in modo da arrivare a poterlo estrarre senza complicazioni. Così facendo, nel caso ci fosse una compressione del nervo e mi accorgessi che ho minore sensibilità al labbro o a parte del viso, si potrebbe interrompere tutto, recuperando quindi la sensibilità senza lesionare il nervo in modo permanente.
    È sicuramente una prospettiva migliore (nonostante le tempistiche siano molto lunghe), ma non ho comunque ancora preso una decisione, anche se ho notato che la gengiva intorno al dente si sta sempre di più “mangiando”, ovvero l’apertura è sempre più profonda, pur non provocandomi dolore o altri problemi.
    La preoccupazione continua ad essere sempre presente, ma almeno il bruciore di stomaco è passato!
    Spero di essere stata abbastanza chiara nella spiegazione e mi scuso, di nuovo, per non avere usato i termini tecnici adeguati.
    La ringrazio per l’attenzione e le auguro una buona giornata!

    #632 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Buongiorno dottore!
    Innanzitutto, grazie per i suoi consigli e per la sua disponibilità!
    Sono andata a fare un altro controllo, questa volta a Bologna, e volevo aggiornarla su quanto mi è stato detto.
    Il suo collega è del parere che sarebbe meglio intervenire perché con il tempo, oltre a potermi provocare una seria infezione, il dente del giudizio potrebbe spingere gli altri denti, portandoli ad accavallarsi.
    La sua alternativa è la seguente: escludendo l’intervento presso un chirurgo maxillo-facciale poiché molto rischioso, si andrebbe a tagliare un pezzo di dente del giudizio in modo da poterlo agganciare con una specie di anellina; successivamente si posizionerebbero sui tre denti vicini delle piastrine simili a quelle dell’apparecchio fisso, che andrebbero poi legate con degli elastici all’anellina applicata al dente del giudizio. L’intento sarebbe poi di tirare su il dente del giudizio, in modo da arrivare a poterlo estrarre senza complicazioni. Così facendo, nel caso ci fosse una compressione del nervo e mi accorgessi che ho minore sensibilità al labbro o a parte del viso, si potrebbe interrompere tutto, recuperando quindi la sensibilità senza lesionare il nervo in modo permanente.
    È sicuramente una prospettiva migliore (nonostante le tempistiche siano molto lunghe), ma non ho comunque ancora preso una decisione, anche se ho notato che la gengiva intorno al dente si sta sempre di più “mangiando”, ovvero l’apertura è sempre più profonda, pur non provocandomi dolore o altri problemi.
    La preoccupazione continua ad essere sempre presente, ma almeno il bruciore di stomaco è passato!
    Spero di essere stata abbastanza chiara nella spiegazione e mi scuso, di nuovo, per non avere usato i termini tecnici adeguati.
    La ringrazio per l’attenzione e le auguro una buona giornata!

    Ciao Alice,grazie per avermi aggiornato 🙂
    Ciò di cui mi parli si chiama “estrusione ortodontica”.Sicuramente è un’idea, ma qualche dubbio lo avanzo ugualmente, perché occorre valutare la TAC per escludere che il nervo non sia agganciato alla radice a mó di uncino…se così fosse sarebbe arduo pensare di fare sgusciare la radice senza tirarsi indietro il nervo. Inoltre vista l’angolazione del dente, bisognerebbe fare i conti con la direzione di uscita, che deve essere garantita da una usura progressiva del dente tale da garantirgli un movimento in alto….manovra che potrebbe risultare essa stessa tale da creare poi l’obbligo estrattivo per problemi correlati al molare “ritoccato”. A vedere la radiografia non mi sembra facile.
    Alcune rare volte per non correre molti rischi si può decidere di consumare il dente lasciando le parti più profonde della radice nella mandibola.
    Magari se vuoi mandami qualche immagine della TAC così potrò essere più preciso.
    Relativamente invece alla progressiva apertura della gengiva attorno al molare, ti dico subito che è normale e non credo che sia foriera di ulteriori disagi. Una volta fenestrata la gengiva, che sia un’apertura piccola o grande, cambia poco.
    A questo punto attendo aggiornamenti. Ciao!

    #633 Risposta

    Alice
    Partecipante

    Gentilissimo Dottor Piana, quello che mi ha detto mi ha aperto uno spiraglio di speranza!!
    La TAC ce l’ho su un cd e purtroppo non riesco ad inviargliela, né a selezionare le immagini che le interessano perché non ho idea di quali siano.
    Se per lei va bene, pensavo di risolvere il problema venendo direttamente presso il suo studio a Gazzolo, così può valutare il tutto molto meglio!
    Dal paese in cui abito dovrei metterci circa un’ora e venti in macchina, quindi si può fare! Se lei è d’accordo in settimana la chiamo per fissare un appuntamento.
    Nel frattempo le auguro una buona domenica!
    Alice

    #634 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Gentilissimo Dottor Piana, quello che mi ha detto mi ha aperto uno spiraglio di speranza!!
    La TAC ce l’ho su un cd e purtroppo non riesco ad inviargliela, né a selezionare le immagini che le interessano perché non ho idea di quali siano.
    Se per lei va bene, pensavo di risolvere il problema venendo direttamente presso il suo studio a Gazzolo, così può valutare il tutto molto meglio!
    Dal paese in cui abito dovrei metterci circa un’ora e venti in macchina, quindi si può fare! Se lei è d’accordo in settimana la chiamo per fissare un appuntamento.
    Nel frattempo le auguro una buona domenica!
    Alice

    Alice, ti ringrazio della fiducia. Se vuoi fare un salto non ci sono problemi, guarderemo insieme la tac. Tieni presente comunque che se avessi bisogno di qualche ulteriore scansione della mandibola, nello studio di Verona possiedo un apparecchio TAC-Cone Beam. Ma valuta tu.
    Buona serata anche a te.

    #635 Risposta

    Alice
    Partecipante

    Buongiorno dottore! Grazie mille, come sempre, per la sua disponibilità, professionalità e gentilezza!!
    Volevo dirle che venerdì ho approfittato di un appuntamento che aveva mia mamma dal suo dentista per poter chiedere anche a lui un parere, e mi ha detto esattamente quello che mi ha detto lei: perché andare ad intervenire se il dente non crea problemi?! L’unica cosa che farebbe lui al momento è aprire un po’ di più con il laser la finestrella che ho già nella gengiva, in modo da poterla tenere più pulita, perché per quanto io usi la spatolina e faccia risciacqui con il collutorio non è sufficiente.
    Mi sembra una soluzione ragionevole, lei cosa ne pensa?
    Dato che mi fido molto del suo parere e ho trovato un suo collega che è della sua stessa opinione, pensavo di rimandare la visita a Gazzolo, esclusivamente per un fatto di comodità. Se però lei preferisce vedermi, appena riesco a ritagliarmi mezza giornata prenoto un appuntamento!
    Volevo chiederle anche un’altra cosa: il collutorio è bene usarlo almeno una volta tutti i giorni o con meno frequenza? C’è una marca in particolare che mi può consigliare?
    ……………………………..
    Grazie di tutto, le auguro una buona giornata!

    #636 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Ciao Alice, ormai stiamo diventando amici 🙂
    Tornando a noi, credo che il tentativo di essere meno traumatici possibile sia una buona strada. Se poi si dovesse intervenire piú avanti ci si penserá. Il collega la pensa come me e tanto basta 😉
    Per il collutorio direi che non esiste una preferenza legata alla marca, ma piuttosto legata alla sostanza. É necessario che contenga clorexidina, la quale assicura un’azione battericida/batteriostatica provata scientificamente.
    A questo punto non posso che augurarti un sincero “in bocca a lupo”. Per ogni altra cosa, sai dove trovarmi.
    Ciao

    #9660 Risposta

    Barbara
    Partecipante

    Egregio Dottore,

    potrebbe gentilmente darmi un suo parere riguardo al mio dente incluso (in basso a sx nella radiografia)  ?

    Ho effettuato una panoramica il 31.3.2017. In verità è almeno un anno che ogni tanto mi tira un po’ la corda del collo all’altezza dell’orecchio, non saprei dire, non è dolore, ma un fastidio che ogni tanto sento.  Pare quasi che sia un fastidio correlato alla mascella. La gengiva è normale, non arrossata, il dente non si vede e non si sente al tatto. Mangio normalmente senza dolore però quando apro molto la bocca mi sento un po’ che tira la corda del collo dalla parte dove c’è questo dente incluso. Mi sto chiedendo se ci sia magari un ascesso in corso? Non ho febbre ne nulla solo mi sto un po’ preoccupando che sia da togliere, considerando che i denti sotto possono dare problemi se si tocca i nervi della mandibola, ecc. Io non lo toccherei mai ma lei cosa pensa dalla panoramica allegata? Non penso ci sia nessun ascesso in corso o vede qualcosa di strano? Comunque se fosse da togliere dovrei rivolgermi a un normale dentista oppure no? Sarebbe facile da togliere oppure può essere che sia posizionato su qualche nervo della mandibola?

    Scusi le domande ma io soffro di odontofobia piuttosto grave, con attacchi di panico e per farmi devitalizzare un dente nel 2010 ho dovuto fare una sedazione in vena 🙁

    Grazie, cordiali saluti. 

    #9668 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Egregio Dottore, potrebbe gentilmente darmi un suo parere riguardo al mio dente incluso (in basso a sx nella radiografia) ? Ho effettuato una panoramica il 31.3.2017. In verità è almeno un anno che ogni tanto mi tira un po’ la corda del collo all’altezza dell’orecchio, non saprei dire, non è dolore, ma un fastidio che ogni tanto sento. Pare quasi che sia un fastidio correlato alla mascella….. 

    Ho evidenziato con le frecce i possibili problemi di quell’area. Il dente del giudizio incluso presenta un’area sospetta, che si crea se si apre uno spazio anche molto piccolo nella gengiva adiacente (freccia rossa). Ma anche il dente vicino ha un processo infiammatorio all’apice della radice. Ora dirle con certezza se i sintomi che ha siano correlati con questi fattori, non è possibile, ma se mi chiedesse cosa fare, avrei iniziato da qui.

    Il dente del giudizio è molto vicino al nervo, ma con una radiografia TAC e un buon dentista non dovrebbe avere alcun problema.

    Consiglio inoltre di mettere a posto il resto della bocca. Si armi di pazienza e coraggio e affronti il problema. Aspettare non può che aggravare ulteriormente il quadro. Ci pensi bene.

    Dente del giudizio incluso

    #9673 Risposta

    Barbara
    Partecipante

    Grazie Dottore per il suo parere.

    Non mi aspettavo che avesse problemi l’ultimo molare, lo avevo devitalizzato nel 2010 e pensavo quello fosse curato. Ma cosa dovrei fare ? Toglierli entrambi ? O basta un antibiotico per guarire il processo infiammatorio sotto il molare ? Magari non è il dente incluso che mi causa questo senso di tiraggio ma quella cosa sotto il molare… ma è un ascesso sotto il molare ?

    #9675 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Grazie Dottore per il suo parere. Non mi aspettavo che avesse problemi l’ultimo molare, lo avevo devitalizzato nel 2010 e pensavo quello fosse curato. Ma cosa dovrei fare ? Toglierli entrambi ? O basta un antibiotico per guarire il processo infiammatorio sotto il molare ? Magari non è il dente incluso che mi causa questo senso di tiraggio ma quella cosa sotto il molare… ma è un ascesso sotto il molare ?

    La strategia può cambiare da dentista a dentista. Personalmente programmerei l’estrazione del giudizio poi penserei al dente vicino con modalità inizialmente non estrattiva. Meglio fare passi uno alla volta e valutare i sintomi. Non credo che l’antibiotico possa in questi casi sortire effetti miracolosi, ma solo temporanei…

    #11261 Risposta

    Maria

    Gentile dottore,

    • le scrivo per avere un’ informazione. Nella giornata di ieri il mio dentista ha provveduto all’ estrazione del dente del giudizio inferiore destro. Ciò che sembrava essere  secondo panoramica un intervento semplice, si è trasformato in un intervento complesso di quasi due ore, dovuto alla radice ad uncino e alla sua vicinanza al nervo. Ha provveduto a dividere il dente con un macchinario ad ultrasuoni e ad estrarlo Interamente. L’effetto dell’ anestesia credo sia scomparso 40 minuti dopo la conclusione. Ora però, escluso un gonfiore abbastanza evidente, sulla guancia destra, ed una trazione guancia-mento, dovuto credo al trauma, non provo alcun tipo di dolore. Sto seguendo la terapia di antibiotico e cortisone ( per ridurre l’edema), tachipirina solo la sera, a cui seguono lavaggi di collutorio a base di clorexidina, che terminerò lunedì. Purtroppo, da soggetto ansioso quale sono, ho paura che l’ assenza totale di dolore sia collegabile ad una compromissione del nervo. Lei pensa sia normale questa assenza di dolore, nonostante l’intervento complesso e l’ edema così evidente?

    La ringrazio per l’attenzione,

    Maria

    #11266 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Gentile dottore,

    • le scrivo per avere un’ informazione. Nella giornata di ieri il mio dentista ha provveduto all’ estrazione del dente del giudizio inferiore destro. Ciò che sembrava essere secondo panoramica un intervento semplice, si è trasformato in un intervento complesso di quasi due ore, dovuto alla radice ad uncino e alla sua vicinanza al nervo. Ha provveduto a dividere il dente con un macchinario ad ultrasuoni e ad estrarlo Interamente. L’effetto dell’ anestesia credo sia scomparso 40 minuti dopo la conclusione. Ora però, escluso un gonfiore abbastanza evidente, sulla guancia destra, ed una trazione guancia-mento, dovuto credo al trauma, non provo alcun tipo di dolore. Sto seguendo la terapia di antibiotico e cortisone ( per ridurre l’edema), tachipirina solo la sera, a cui seguono lavaggi di collutorio a base di clorexidina, che terminerò lunedì. Purtroppo, da soggetto ansioso quale sono, ho paura che l’ assenza totale di dolore sia collegabile ad una compromissione del nervo. Lei pensa sia normale questa assenza di dolore, nonostante l’intervento complesso e l’ edema così evidente?

    La ringrazio per l’attenzione, Maria

    La sofferenza del nervo mandibolare si manifesta con parestesia (come se l’anestesia perduri nei giorni)  del labbro/mento del lato interessato. La semplice assenza di dolore segnala solo che le è andata benone😉

    #11267 Risposta

    Maria

    Buongiorno dottore,

    la ringrazio molto per la risposta.

    Le auguro una splendida giornata! 🙂

    #11278 Risposta

    Maria

    Gentile Dottore,

    le riscrivo a distanza di pochi giorni per chiederLe delle informazioni. A 5 giorni dall’ intervento, l’edema si è visibilmente ridotto, ma è da ieri che avverto uno strano fastidio all’orecchio destro ed uno strano indolenzimento  che arriva alla tempia. È una conseguenza dell’estrazione?

    mi scuso per il disturbo e la ringrazio per l’attenzione.

     

    Maria

    #11281 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Gentile Dottore, le riscrivo a distanza di pochi giorni per chiederLe delle informazioni. A 5 giorni dall’ intervento, l’edema si è visibilmente ridotto, ma è da ieri che avverto uno strano fastidio all’orecchio …..

    Ci può stare . Dia tempo al suo organismo. Fra un paio di settimane sarà tutto diverso.

    #11289 Risposta

    Maria

    Gentile dottore,

    le riscrivo a distanza di quasi 15 giorni perché ieri il mio dentista ha provveduto a rimuovere una ” cresta ossea” posta lateralmente alla zona di estrazione del dente del giudizio. Non mi ha dato molte spiegazioni in merito. Mi ha solo detto che sgonfiandosi la gengiva, questo residuo osseo è emerso in superficie procurandomi l’infiammazione  e il dolore nella zona interna della gengiva. Oggi si è tutto molto placato, ho cessato l’ uso della clorexidina, sosituendola con il collutorio jalma. Le scrivo per sapere se è normale che sia emerso questa scheggia di osso e se può ripresentarsi questo evento. Mi piacerebbe sapere, inoltre, da cosa sia dipeso. Onestamente mi sto preoccupando un po’, tanto da evitare anche la mia attività sportiva in piscina, per paura di infettare la gengiva.

    La ringrazio per l’attenzione.

    cordialmente

    Maria

    #11291 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Gentile dottore, le riscrivo a distanza di quasi 15 giorni perché ieri il mio dentista ha provveduto a rimuovere una ” cresta ossea” posta lateralmente alla zona di estrazione del dente del giudizio. Non mi ha dato molte spiegazioni in merito. Mi ha solo detto che sgonfiandosi la gengiva, questo residuo osseo è emerso in superficie procurandomi l’infiammazione e il dolore nella zona interna della gengiva. Oggi si è tutto molto placato, ho cessato l’ uso della clorexidina, sosituendola con il collutorio jalma. Le scrivo per sapere se è normale che sia emerso questa scheggia di osso e se può ripresentarsi questo evento. Mi piacerebbe sapere, inoltre, da cosa sia dipeso. Onestamente mi sto preoccupando un po’, tanto da evitare anche la mia attività sportiva in piscina, per paura di infettare la gengiva. La ringrazio per l’attenzione. cordialmente Maria

    Quando si estrae un dente, il foro osseo nel quale alloggiava risulterà tagliente. Quasi sempre viene riassorbito e si arrotonderà senza che vi siano segni o sintomi particolari. Succede però a volte che questo margine tagliente ferisce dall’interno la gengiva sovrastante magari bucandola e creando qualche fastidio. Ciò che ha fatto il suo dentista è corretto e vedrà che ora andrà tutto liscio.

    Qui sotto una immagine per meglio spiegare il margine osseo tagliente dopo l’estrazione di un dente del giudizio.Margine alveolare post estrazione

    #11294 Risposta

    Maria

    Gentile dottore,

    la ringrazio per la spiegazione esaustiva. Oggi purtroppo sono tornata dal mio dentista per il controllo ed ha rimosso un’ altra parte di osso, più esposta e più grande, sotto il dente adiacente a quello del giudizio estratto. Dopo l’ anestesia, ha raschiato la gengiva e tolto una buona parte di osso esposto. Mi ha spiegato ciò che lei mi ha già descritto. Ora però mi ritrovo con un buco nella gengiva abbastanza doloroso. Ma é possibile che la mia gengiva si stia ritraendo in questo modo anche sotto un dente non coinvolto dall’estrazione? Sta diventando estenuante ed inizio a dubitare anche del mio dentista. Non mi ha prescritto farmaci, ma solo l’uso del collutorio per altri due giorni. È tutto molto debilitante. Mi scuso se l’ho disturbata ancora.

     

    buon pomeriggio

    Maria

    #11296 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Gentile dottore, la ringrazio per la spiegazione esaustiva. Oggi purtroppo sono tornata dal mio dentista per il controllo ed ha rimosso un’ altra parte di osso, più esposta e più grande, sotto il dente adiacente a quello del giudizio estratto. Dopo l’ anestesia, ha raschiato la gengiva e tolto una buona parte di osso esposto. Mi ha spiegato ciò che lei mi ha già descritto. Ora però mi ritrovo con un buco nella gengiva abbastanza doloroso. Ma é possibile che la mia gengiva si stia ritraendo in questo modo anche sotto un dente non coinvolto dall’estrazione? Sta diventando estenuante ed inizio a dubitare anche del mio dentista. Non mi ha prescritto farmaci, ma solo l’uso del collutorio per altri due giorni. È tutto molto debilitante. Mi scuso se l’ho disturbata ancora. buon pomeriggio Maria

    .Posso cercare di capire ma a questo punto senza vedere non è facile. Se altre parti ossee sono andate in necrosi è probabile che l’estrazione sia stata pittosto laboriosa. In se non sono generalmente cose che debilitano più di tanto. Il tempo è galantuomo e lentamente tutto tornerà in buona armonia. L’osso perduto però e la retrazione gengivale resteranno anche se difficilmento ritengo diano problemi importanti. Se i denti vicini all’estrazione sono vitali (cioè non devitalizzati) potrebbero soffrire gli sbalzi termici, ma col tempo anche questo problema tende ad attenuarsi. Segua le indicazioni del suo dentista…non dare farmaci è spesso più difficile che darli!

    #11700 Risposta

    Denise

    Gentile dottore, due settimane fa mi hanno estratto i due denti del giudizio della parte sx, a novembre avevo fatto quelli di dx, tutti e 4 malocclusi ma questi ultimi erano quelli messi peggio. Infatti ho notato subito il gonfiore molto più elevato. Ho effettuato l’intervento all’ospedale al maxillofacciale, tralasciando il fatto che per errore mi hanno tagliato pure la guancia, che quindi ho punti di sutura pure lì, ho notato che a differenza dell’altro intervento nella parte inferiore ho un “buco” tra l’ultimo dente e la gengiva. Penso sia dove c’era prima il dente ma questa cosa mi è nuova. In ospedale non mi hanno accennato al fatto di aver lasciato aperto l’alveolo dove prima c’era il dente, anzi, mi han detto che conoscevo già i tempi di guarigione avendoli già fatti gli altri due denti e che, questa volta, non sarei neppure dovuta tornare per rimuovere i punti. Ora, a distanza di due settimane, ho ancora tutti i punti, ed ho questo buco che non capisco se hanno dimenticato di metterci i punti, oppure è stato lasciato appositamente così. Il problema è che non so come comportarmi in questo caso, e nemmeno i tempi di guarigione, visto che a guardarlo è bello profondo. Sto evitando di mangiarci sopra perchè son terrorizzata dalle infezioni, ma sta diventando veramente un pensiero fisso questo dente che non guarisce, in parole povere, sono stufa. Ringrazio in anticipo se vorrà rispondermi e darmi delucidazioni. Cordiali saluti. Denise

    #11703 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Gentile dottore, due settimane fa mi hanno estratto i due denti del giudizio della parte sx, a novembre avevo fatto quelli di dx, tutti e 4 malocclusi ma questi ultimi erano quelli messi peggio. Infatti ho notato subito il gonfiore molto più elevato. Ho effettuato l’intervento all’ospedale al maxillofacciale, tralasciando il fatto che per errore mi hanno tagliato pure la guancia, che quindi ho punti di sutura pure lì, ho notato che a differenza dell’altro intervento nella parte inferiore ho un “buco” tra l’ultimo dente e la gengiva. Penso sia dove c’era prima il dente ma questa cosa mi è nuova. In ospedale non mi hanno accennato al fatto di aver lasciato aperto l’alveolo dove prima c’era il dente, anzi, mi han detto che conoscevo già i tempi di guarigione avendoli già fatti gli altri due denti e che, questa volta, non sarei neppure dovuta tornare per rimuovere i punti. Ora, a distanza di due settimane, ho ancora tutti i punti, ed ho questo buco che non capisco se hanno dimenticato di metterci i punti, oppure è stato lasciato appositamente così. Il problema è che non so come comportarmi in questo caso, e nemmeno i tempi di guarigione, visto che a guardarlo è bello profondo. Sto evitando di mangiarci sopra perchè son terrorizzata dalle infezioni, ma sta diventando veramente un pensiero fisso questo dente che non guarisce, in parole povere, sono stufa. Ringrazio in anticipo se vorrà rispondermi e darmi delucidazioni. Cordiali saluti. Denise

    Non sempre si riesce a chiudere il “buco”, ma la guarigione arriverà ugualmente in settimane, ma la normalizzazione completa richiederà mesi. Le raccomando solo di non tentare di svuotare il buco da quello che potrebbe essere o sembrare cibo finito lì, usando lo stuzzicadenti. Abbia solo pazienza  e se dovesse tornare un qualche dolore si faccia visitare.

    #11705 Risposta

    Denise

    Grazie mille dottore è stato gentilissimo! Cordialità. Denise

    #11844 Risposta

    Giovanni

    Buongiorno dottore, sono Giovanni ho 34 anni e presto dovrò estrarre un dente del giudizio inferiore, che ha la corona uscita per più di metà dalla gengiva, e che mi ha provocato una fastidiosa pericoronite con una sacca pericoronale abbastanza profonda. Ho resistito un anno tra infiammazioni e infezioni curate con antibiotico, ma adesso sta diventando insopportabile. Non ho alcun tipo di dolore ma spesso mi gonfia la gengiva e ho bruciore e sensazione di fastidio pulsante nella fase più acuta.

    ho fatto l’ortopanoramica e l’ho portata al mio dentista, sembrava tutto piuttosto semplice ma per sicurezza mi ha consigliato di fare una Tac Cone Beam, che ho effettuato. Dalla tac risulta una rassicurante distanza di oltre 3 mm dal nervo alveolare inferiore, di contro però le 2 radici sono a stretto contatto con la corticale mandibolare sul versante linguale (nel referto c’è scritto cosi).

    il mio dentista mi ha detto di dargli qualche giorno per studiare bene la tac e vedere il da farsi, perchè deve capire se le radici sono legate all’osso dal lato della lingua o se è semplicemente molto vicino…

    la cosa sinceramente mi ha molto preoccupato… che cosa può succedere se il dente è legato alla corticale mandibolare lato linguale? C’è possibilitá che tentando l’estrazione si possa provocare qualche frattura? Ci sono rischi per il nervo linguale?

    la ringrazio anticipatamente.

    saluti

    Giovanni

    #11847 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Buongiorno dottore……….C’è possibilitá che tentando l’estrazione si possa provocare qualche frattura? Ci sono rischi per il nervo linguale? la ringrazio anticipatamente. saluti Giovanni

    La vicinanza delle radici alla corticale è frequente e non rappresenta un grosso problema. Se è vero che le manovre chirurgiche possono incrinare parte di quest’area,  è altrettanto vero che ciò non rappresenta motivo si allarmismo.

    Nessun pericolo invece per il nervo alveolare. Vada tranquillo. Non se ne pentirà.

    #11852 Risposta

    Giovanni

    La ringrazio Dott. Piana. Gentilissimo

    Saluti

    #11866 Risposta

    Giovanni

    Salve dottore, le riscrivo nuovamente. Oggi sono tornato dal mio dentista che ha esaminato la tac cone beam per l’estrazione del dente del giudizio 48. In pratica come le dicevo c’è stretto contatto tra le radici e la corticale. Il problema che ha sollevato il mio dentista è che la corticale in quella posizione è molto sottile, e con le manovre di lussazione del dente c’è il rischio di una frattura…
    Ha detto che bisogna estrarlo solo nel caso in cui crei spesso problemi, e già 2 volte in 2 anni ho avuto una pericorinite acuta come le avevo già scritto nel mio post precedente…
    mi ha consigliato un consulto con un chirurgo maxillo facciale in quanto quello che per un chirurgo orale può sembrare complicato, per un chirurgo maxillo facciale può essere molto più semplice.
    le allego 2 foto che mi ha dato il mio dentista per spiegarmi la situazione. Dovrebbero essere entrambe le foto lato linguale.
    mi dica cosa ne pensa gentilmente, e se la situazione può essere cosi complicata in fase di estrazione, perchè sto iniziando a preoccuparmi parecchio e mi sento tra due fuochi, estrarre con possibili complicanze o non estrarre con possibile ritorno di infezione.
    la ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

    saluti
    Giovanni

    Cone beam 1

    Cone Beam 2

    #11869 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    La risposta è sempre la stessa…. se non ci sono stretti rapporti con il nervo ( è questo L’unico pericolo ), si può andare tranquilli. Tuttavia è altrettanto vero che ogni chirurgo deve fare ciò che si sente e non è salutare forzare la mano. Vedrà che con un po’ di pazienza troverà le mani che sapranno risolvere il suo problema.

    #11879 Risposta

    Giovanni

    La ringrazio ancora dottore. Un’ultimo consiglio, secondo lei è cosi indispensabile rivolgersi ad un chirurgo maxillo facciale per il mio caso di corticale molto sottile, oppure mi consiglia di provare prima a rivolgermi ad un altro dentista?

    La ringrazio ancora per le sue risposte molto cordiali e tranquillizzanti.

    Saluti

    Giovanni

    #11881 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    La ringrazio ancora dottore. Un’ultimo consiglio, secondo lei è cosi indispensabile rivolgersi ad un chirurgo maxillo facciale per il mio caso di corticale molto sottile, oppure mi consiglia di provare prima a rivolgermi ad un altro dentista? La ringrazio ancora per le sue risposte molto cordiali e tranquillizzanti. Saluti Giovanni

    Io lo avrei estratto personalmente e per me rientra ancora nelle competenze dell’odontoiatra, ma ciò non toglie che un maxillo-faciale sia una buona scelta😉

    #11934 Risposta

    Giovanni

    Salve dottor Piana,

    la ricontatto nuovamente, finalmente mi hanno estratto il dente del giudizio tra l’altro in sedazione cosciente e devo dire che è stato tutto molto confortevole. Ora l’anestesia locale pare sia finita, perchè sia il labbro che la mascella non sono più insensibili…. però sta succedendo quello che temevo… ho mezza lingua completamente morta…. e non accenna a nessun miglioramento, nonostante il resto delle parti coinvolte dall’anestesia siano tornate alla normalitá…

    devo preoccuparmi?

    #11936 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Salve dottor Piana, la ricontatto nuovamente, finalmente mi hanno estratto il dente del giudizio tra l’altro in sedazione cosciente e devo dire che è stato tutto molto confortevole. Ora l’anestesia locale pare sia finita, perchè sia il labbro che la mascella non sono più insensibili…. però sta succedendo quello che temevo… ho mezza lingua completamente morta…. e non accenna a nessun miglioramento, nonostante il resto delle parti coinvolte dall’anestesia siano tornate alla normalitá… devo preoccuparmi?

    Quanto tempo è passato dell’estrazione?

    #11937 Risposta

    Giovanni

    24h… e attualmente poco gonfiore, niente dolore, ma solo questa mezza lingua completamente addormentata….

    #11939 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    24h… e attualmente poco gonfiore, niente dolore, ma solo questa mezza lingua completamente addormentata….

    È ancora presto, però informi il suo dentista. Un cortisonico può aiutare.

    #11946 Risposta

    Giovanni

    Salve dottor Piana, sono passate 72 ore dall’intervento, e ancora lo stato della mia lingua non è cambiato… la sento come se fosse ustionata, spesso me la ritrovo sotto i denti, e sta diventando impossibile sia mangiare che parlare decentemente. Oggi sono stato dal chirurgo che mi ha operato e sostiene che sia semplicemente l’anestesia che sta creando questo problema, e mi ha prescritto Urbason compresse…

    Sto iniziando seriamente a preoccuparmi… mi sembra molto strano che dopo 72 ore non sia tornata la sensibilità, spero non ci sia stata una lesione ben più grave… la mia paura è che come le avevo fatto vedere nelle foto della Tac, la corticale sottilissima dal lato linguale possa avere subito qualche frattura che abbia danneggiato il nervo…

    Secondo lei è possibile che un danno temporaneo dovuto all’anestesia, possa durare cosi a lungo?

    La ringrazio come sempre per la disponibilità e la cordialità nelle sue risposte.

    Saluti

    #11951 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Salve dottor Piana, sono passate 72 ore dall’intervento…..

    Certo a questo punto è chiaro che il nervo ha subito un insulto, ma non correrei a conclusioni affrettate perché anche compressioni ho anestesie in loco possono creare sofferenze del tronco nervoso che riprendono lentamente in alcune settimane. Certo che comunque solo il chirurgo può sapere con più precisione l’accaduto. A questo punto però occorre avere pazienza e fare la terapia prescritta. Mi aggiorni fra 4 o 6 settimane e vedremo…..

    #11952 Risposta

    Giovanni

    La ringrazio dottore… speriamo bene perchè è davvero un fastidio continuo e invalidante soprattutto la sensazione di bruciore continuo su mezza lingua, e l’ipotesi che possa non tornare tutto come prima non rende le cose più semplici…

    Aggiungo solo una cosa, che non so se può essere un indice positivo o ininfluente, se tocco o tiro energicamente il labbro inferiore, avverto delle scossette come delle punture sulla punta della lingua, e poco dopo un leggero formicolio…

    Non so se questo possa significare qualcosa…

    la ringrazio molto

    saluti

    #11954 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    …… soprattutto la sensazione di bruciore continuo su mezza lingua…..

    Se la può consolare mi avrebbe impensierito molto di più una sensazione di anestesia completa.

    #11955 Risposta

    Giovanni

    Capisco…. ma è come se lo fosse…. perchè oltre ad avere bruciore continuo, non sento nulla al tatto… se schiaccio la lingua con i denti non sento assolutamente nulla….

    #11960 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Capisco…. ma è come se lo fosse…. perchè oltre ad avere bruciore continuo, non sento nulla al tatto… se schiaccio la lingua con i denti non sento assolutamente nulla….

    Vede, per me la completa assenza di qualsiasi stimolo (anche il bruciore è un qualcosa che passa dal nervo), è un prognostico negativo. Tuttavia, la lesione è un evento piuttosto raro e dipende non solo dalla fortuna, ma anche dalla mano dell’operatore.

    Voglio comunque ribadire che i tempi di recupero NON sono brevi e prima di trarre conclusioni occorre aspettare.

    Pubblico qui una tabella che indica secondo diversi autori, quando si può considerare permanente un danno al nervo in questione.

    #12101 Risposta

    Giuseppe

    Gent.mo Dottore, sono un uomo di 33 anni e di recente ho effettuato un’Ortopanoramica ed una TC Cone Beam dell’arcata inferiore per valutare l’estrazione del terzo molare 48 in parziale inclusione endo-ossea, l’unico dente del giudizio che al momento mi da un leggero fastidio durante la masticazione. Considerata l’estrema vicinanza al nervo alveolare, sono stato informato della possibilità di lesioni con conseguenti parestesie, pertanto vorrei porre i seguenti 3 quesiti:

    – Quali sono le reali possibilità di ledere il nervo alveolare ?

    – Sono necessari ulteriore esami per scongiurare tale possibilità?

    – E’ il caso di rivolgermi ad un chirugo maxillo facciale?

    Allego di seguito le immagine della Cone Beam e dell’Ortopanoramica con il referto testuale:

    Elemento dentario di 3.8 in inclusione endo-ossea, mesioverso, addossato alle radici del settimo contiguio. Gli apici radiocolari appaiono a contatto con il tetto del canale del NAI che decorre inferiormente.

    Elemento dentario di 4.8 a parziale inclusione endo-ossea, mesioverso, addossato al colletto del settimo contiguo, ove si apprezza carie superficiale del colletto. Gli apici radicolari dell’elemento dentario 4.8 appaiono a stretto contattto con il canale del NAI, che decorre oralmente, senza tuttavia avvolgerlo. Processo di pericoronite di 4.8

     

    Resto in attesa di un suo gentilissimo riscontro

    Cordiali Saluti

    #12108 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Gent.mo Dottore, sono un uomo di 33 anni e di recente……

    Buonasera Giuseppe, indubbiamente i denti sono molto vicini al nervo alveolare però non sono drammatici. Diciamo che ci vogliono buone mani per non creare problemi. La tentazione sarebbe di agire solo sul dente che realmente crea fastidio anche se gli altri non sono messi poi tanto meglio. Ti ricordo Comunque che esistono anche altre tipologie di intervento che non prevedono l’estrazione di tutto il dente ma bensì della sola corona lasciando immerse senza alcun problema le punte delle radici più vicino al nervo. Puoi rivolgerti anche a un chirurgo Maxillofacciale però devo dirti che ci sono molti dentisti assai preparati anche per fare questo tipo di intervento. Dirti con quale probabilità si può ledere il nervo sinceramente è difficile a dirsi , non direi però così tante. Fammi sapere come andrà. In bocca al lupo.

    #12526 Risposta

    Giovanni

    Salve Dottor Piana, le riscrivo a 2 mesi e mezzo dall’estrazione del dente del giudizio inferiore. Come le avevo scritto ho subito una lesione al nervo linguale. La lingua sembra che piano piano stia migliorando, anche se ancora è lontanissima dallo stato normale. La sensibilità è sempre alterata ma già inizio a sentire quando qualcosa ci passa sopra, anche se spesso i sintomi aumentano e ho forti formicolii a seconda di come muovo la lingua. Da circa 10 giorni ho un altro problema che non so se possa essere riferito all’intervento o comunque alla lesione del nervo linguale, ogni giorno mi sveglio e dopo circa mezz’ora ho un dolore lancinante sul sopracciglio destro (lato appunto dell’operazione), e sembrerebbe essere un dolore riferito al trigemino per quanto è forte, poi dopo 5-6 ore svanisce per ricominciare il giorno dopo sempre allo stesso orario, vado avanti cosi da 10 giorni, può avere a che fare con l’estrazione o con la lesione del linguale?

    la ringrazio nuovamente per la disponibilità

    saluti

    Giovanni

    #12529 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Salve Dottor Piana, le riscrivo a 2 mesi e mezzo dall’estrazione del dente del giudizio inferiore. Come le avevo scritto ho subito una lesione al nervo linguale. La lingua sembra che piano piano stia migliorando, anche se ancora è lontanissima dallo stato normale. La sensibilità è sempre alterata ma già inizio a sentire quando qualcosa ci passa sopra, anche se spesso i sintomi aumentano e ho forti formicolii a seconda di come muovo la lingua. Da circa 10 giorni ho un altro problema che non so se possa essere riferito all’intervento o comunque alla lesione del nervo linguale, ogni giorno mi sveglio e dopo circa mezz’ora ho un dolore lancinante sul sopracciglio destro (lato appunto dell’operazione), e sembrerebbe essere un dolore riferito al trigemino per quanto è forte, poi dopo 5-6 ore svanisce per ricominciare il giorno dopo sempre allo stesso orario, vado avanti cosi da 10 giorni, può avere a che fare con l’estrazione o con la lesione del linguale?

    la ringrazio nuovamente per la disponibilità

    saluti

    Giovanni

    Dubito che vi possa essere una relazione, anche se la somma degli stimoli potrebbe scatenare reazioni latenti….ma siamo nel campo delle ipotesi.
    Riguardo invece alla lesione sul nervo linguale, essendo passati 2 mesi ritengo che il recupero sia vicino al temine.
    Mi auguro di sbagliarmi e sentirle dire che tutto sia tornato a posto 😉

    #13173 Risposta

    Valentina Corvaglia

    Buongiorno dottore,

    ho trovato il suo forum estremamente interessante e rassicurante.

    MI trovo in Germania e ho avuto pareri discordanti sulla mia ortopanoramica. Un chirurgo voleva levarmi tutti e quattro i denti del giudizio, la dentista mi ha suggerito di togliere i superiori.

    Premetto tutti e 4 non mi danno nessun problema, ma quello superiore dx risulta cariato e l ho scoperto a seguito di una pulizia dentale.

    Vorrei avere il suo parere e come giudica le mie estrazioni ai denti superiori.

    La ringrazio in anticipo,

    Valentina

    #13182 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Buongiorno dottore,

    ho trovato il suo forum estremamente interessante e rassicurante.

    MI trovo in Germania e ho avuto pareri discordanti…….

    Ciao Valentina, nel forum ci sono molti spunti al riguardo. Qui per esempio spiego quando ė giusto estrarli. I tuoi superiori vanno estratti, uno per la carie, ma anche l’altro perché sta scendendo e creerá problemi di vario tipo. Anche gli inferiori non sono felici, ma a vedere la radiografia non sembra abbiano un contatto vero coi denti che hanno davanti, fatto questo che li metterebbe a rischio. Comunque se volessi toglierli tutti e quattro, ti rassicuro che non presentano difficoltà di rilievo…nelle mani ovviamente di un dentista che sappia quel che fa.
    Tieni presente comunque che i fastidi che creano sono spesso misconosciuti e la loro estrazione porta nei casi come il tuo ad un maggiore senso di benessere orale.

    #13334 Risposta

    Alessia

    Buongiorno Dott.

    Sono molto preoccupata in quanto dalla mia radiografia Cone Beam risulta che entrambi i denti del giudizio inferiori sono a stretto contatto con i nervi alveolari. Le parole del mio dentista sono state: le radici dei denti sono nel nervo.

    Mi ha dato due opzioni da scegliere: estrarre i denti del giudizio con il rischio di una parestesia oppure estrarre i settimi in modo da lasciar spazio ai denti per uscire… Sono molto preoccupata dall’idea di una parestesia e perciò sto valutando la seconda opzione, anche se l’idea di estrarre due denti buoni non mi piace al 100%. (ma è sicuro che usciranno una volta estratti i settimi?)

    Da premettere che entrambe i denti, ora come ora, non riusciranno ad uscire  perché uno è in posizione completamente orizzontale e l’altro un po’ meno, ma comunque presenta problemi ad uscire

     

    Spero di avere una risposta da lei e se necessario Le manderò le mie radiografie.

    Buona giornata

    Alessia

    #13338 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Buongiorno Dott. Sono molto preoccupata in quanto dalla mia radiografia Cone Beam risulta che entrambi i denti del giudizio inferiori sono a stretto contatto con i nervi alveolari. Le parole del mio dentista sono state: le radici dei denti sono nel nervo. Mi ha dato due opzioni da scegliere: estrarre i denti del giudizio con il rischio di una parestesia oppure estrarre i settimi in modo da lasciar spazio ai denti per uscire… Sono molto preoccupata dall’idea di una parestesia e perciò sto valutando la seconda opzione, anche se l’idea di estrarre due denti buoni non mi piace al 100%. (ma è sicuro che usciranno una volta estratti i settimi?) Da premettere che entrambe i denti, ora come ora, non riusciranno ad uscire perché uno è in posizione completamente orizzontale e l’altro un po’ meno, ma comunque presenta problemi ad uscire Spero di avere una risposta da lei e se necessario Le manderò le mie radiografie. Buona giornata Alessia

    Se mandassi una radiografia potrei essere più preciso, mi sento comunque di dire che l’intervento di coronectomia porta la soluzione in un gran numero di casi…. si tratta di un intervento in cui il dente viene diviso in due togliendo solo la parte che disturba e lasciando in sede la punta della radice in vicinanza del nervo. Ne ho già parlato.  Dai un’occhiata nel link sopra.

Stai vedendo 49 articoli - dal 1 a 49 (di 49 totali)
Rispondi a: Dente del giudizio incluso

You can use BBCodes to format your content.
Your account can't use Advanced BBCodes, they will be stripped before saving.

Le tue informazioni: