Dott. Andrea Piana da 25 anni dentista a Verona

infezione di capsula cementata

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Dott. Piana Dentista Verona 16 Novembre 2011 at 17:39.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #486 Risposta

    Maddalena1
    Partecipante

    Salve, sono una collega Cardiologa di Mantova.
    Circa tre giorni fa il dentista della zona ha cementato una vecchia capsula a mio marito che si era staccata ( evento che capitava ogni 5 anni, senza complicazioni). Probabilmente non è stato pulito bene il canale ( confermato anche dal dentista in modo ” diplomatico”), ed è comparsa un’infezione che sta trattando da ieri con Augmentin x 2 volte al giorno ( su consiglio del dentista). Ma la previsione è che la capsula dovrà essere tolta con rischio di asportare anche la radice e di dover poi effettuare un impianto. MIo marito è dipserato, e vorrei sapere se il rischio è tanto alto, oppure se ci sono tecniche meno traumatiche che magari il dentista della zona non conosce e non sa usare.
    Grazie per la disponibilità.

    #487 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Ciao Maddalena.
    Non è chiaro di che genere di infezione parli….mi spiego meglio, una infezione di tipo”apicale”, cioè rilevabile radiologicamente sulla punta di una o più radici, può essere imputabile ad una “sfortunata” cura canalare del collega che a suo tempo lo ha trattato, ma tu parli anche di ricementazione ogni 5 anni circa e quindi rimango in dubbio, perchè solitamente cure canalari incongrue danno sintomi dopo alcuni mesi/anni dalla devitalizzazione e meno probabilmente dopo molti anni (10/15).
    Viceversa infezioni a carico del parodonto (attacco gengive-osso) si possono verificare col passare degli anni e…. tanto per capirsi nessun dentista può avere colpa.
    Se vuoi che sia più preciso dovresti mandarmi la foto di una radiografia di tuo marito o farti spiegare meglio di che tipo di infezione si parla.
    Intanto se vuoi, dai un’occhiata qui ad una tipica infezione apicale

    #488 Risposta

    Maddalena1
    Partecipante

    Mi spiegherò meglio, scusa se il mio gergo medico nell’ambito odontoiatrico magari è poco preciso.
    Circa 15 anni fa mio marito ha posizionato una capsula che ogni 5 anni tende a distaccarsi, ma il dentista originario di mio marito previa pulizia del canale ricementava in modo definitivo la capsula e tutto proseguiva nella norma.
    Attualmente viviamo per lavoro in un altra città; è ricapitato che la capsula si sia staccata e mio marito si è rivolto da un dentista il quale previa pulizia canalare, ha ricementato la capsula. Ma dopo due giorni è comparso in corrispondenza della capsula un ringonfiamento delal gengiva che appariva peraltro arrossata, evento mai successo a mio marito a seguito degli stessi interventi eseguiti in passato. Si è recato dal dentista il quale sospetta che il canale non sia stato ben pulito, e che qualche residuo di cibo abbia fatto infezione al’interno della capsula ormai cementata e quindi consigliava di assumere Augmentin 1 gr x2 per 5 giorni. La lastra locale effettuata ieri dal dentista ( che non ho) a dire del dentista era ” a posto”. Ora lo stesso dentista ha preavvisato mio marito che l’infezione se non passerà, bisognerà rompere la cementazione della capsula con rischio di danneggiare la radice con relativo rischio di impianto.
    Ora mi chiedo come si deve compartare mio marito, e soprattutto se la terapia antibiotica possa curare un infezione da residuo alimentare ” incarcerato” nella capsula.
    Serve sul serio fare tale terapia farmacologica oppure conviene effettuare l’asportazione della capsula. Devo pensare ad una scarsa precisione del dentista oppure le cause potrebbero essere altre???Eventualemente c’è un modo il più possibile atrumatico pe rpoter risolvere il problema senza sequele???
    Grazie per la disponibilità, se sarà necessario sarò disponibile ad un tuo parere di persona, venendo nel tuo studio.

    #489 Risposta

    Dott. Piana Dentista Verona
    Amministratore del forum

    Maddalena ha scritto:

    Mi spiegherò meglio, scusa se il mio gergo medico nell’ambito odontoiatrico magari è poco preciso.
    Circa 15 anni fa mio marito ha posizionato una capsula che ogni 5 anni tende a distaccarsi………

    Se devo essere sincero dubito che il problema sia dei canali e tantomeno del “cibo incarcerato”. Deporrei per un difetto di cementazione, infatti prima non ha mai avuto problemi per lo stesso motivo, ma ho pochi elementi per esserne sicuro….
    Invece in relazione alla distruzione della radice, se si decidesse di sacrificare la corona in ceramica, non ci sono rischi se non quelli di doverne fare un’altra poichè non siamo obbligati a strapparla con forza.
    La terapia antibiotica può essere appropriata e risolverà facilmente il problema, ma solo temporaneamente.
    Cerca di accontentarti perchè con gli elementi che ho non posso proprio essere preciso e come sai, prendere bene la mira è il primo presupposto per fare centro. Non sei lontana (Mantova) e se vuoi ti darò volentieri il mio parere, ma dopo una visita.
    Finisco col dirti che una corona NON deve staccarsi con facilità….chiaro?
    A presto

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
Rispondi a: infezione di capsula cementata

You can use BBCodes to format your content.
Your account can't use Advanced BBCodes, they will be stripped before saving.

Le tue informazioni: